Réseau Fondarc Onlus
Réseau Fondarc Onlus

 

VILLAGGIO MAISHA

 

          INIZIO VILLAGGIO MAISHA LUGLIO 2019 

E' con immenso piacere comunicare che, nel mese di Luglio 2019, la Rèseau Fondarc Onlus ha  iniziato i lavori per costruzione del Villaggio Maisha. Da tutto lo staff della Réseau Fondrarc Onlus un ringraziamento alla Dancar Marketing e Communicacoes Ltda ed in particolare il Dott. Pedro Bianco, che ha sovvenzionato una parte del Progetto.

L’Associazione segue con preoccupazione il disagio umanitario e le sofferenze inflitte dalla guerra in Congo – in modo particolare le violenze sistematiche sulle donne e l’uso dei bambini soldati nei conflitti – ed intende impegnarsi nella promozione dei servizi primari (istruzione, formazione, cure sanitarie,cibo, acqua potabile, ecc). 

 

L’impegno dell’Associazione è rivolto attualmente a Kinshasa  nella Repubblica Democratica del Congo. Il Congo è un paese dell’Africa Centrale detto “regione dei grandi laghi”, con una popolazione stimato attorno ai 71 milioni di abitanti di cui circa 10 milioni concentrati a Kinshasa. La storia di questo paese,  è segnata da un disagio socio-economico perenne e  da conflitti armati finalizzati al controllo delle immense risorse naturali di cui dispone. Sfruttato prima dalla colonizzazione belga, poi dalla trentennale dittatura, e in fine invaso dagli eserciti regolari di ben 6 paesi e da bande di mercenari che hanno sostenuto ed alimentato guerre, causando oltre 5 milioni di morti e circa 3 milioni di sfollati, per la maggior parte donne e bambini.

 

                      TEMPI DI ESECUZIONE "VILLAGGIO MAISHA”

 

Promosso da: Associazione “Réseau Fondarc Onlus” in collaborazione con la Fondarc - Congo– IMAC “Istituto Missionario degli Amici di Cristo”

Intervento : Repubblica Democratica del Congo (Kinshasa) Comune di Maluku

 

Progetto redatto da:  Associazione “Reséau Fondarc Onlus ”

L’iniziativa, sarà realizzata su una superficie complessiva di circa mq 10.000,  in cinque fasi distinte:

Prima fase:  prevede  la realizzazione di una struttura per l’accoglienza dei bambini/e con dormitori separati e servizi igienici.

Seconda fase: prevede la realizzazione di un nucleo, dove troveranno alloggio le strutture per la scuola d’infanzia (Aule, Refettorio, Servizi Igienici, Magazzino)

Terza fase: prevede, la realizzazione di un centro per la salute e l’ accoglienza per Donne e Bambini.

Quarta fase: prevede, strutture sportive nell’area verde, con un campo di calcio, uno di basket, servizi igienici e spogliatoi.

Quinta fase: prevede, una struttura per il Progetto “Donne”, Progetto “Microcredito, Progetto “Laboratorio di Sartoria Etnica” e Centro “Documentazione e Archivio” .


 

OVER THE RAIMBOW

PRESENTAZIONE

L’Associazione “Réseau Fondarc Onlus” è un organizzazione senza scopo di lucro, costituito nel 2011 a Roma, persegue esclusivamente finalità di promozione sociale, attraverso “iniziative di solidarietà e campagne di sensibilizzazione”, in collaborazione con associazioni, società civile, enti privati/pubblici, organismi nazionali ed internazionali che condividono i suoi obiettivi. Si fonda sui principi ispiratori dell’universalità dei diritti umani e dell’autodeterminazione dei popoli.

 

VISIONE E MISSIONE 

La visione di Réseau Fondarc è quella di un mondo in cui a ogni Donna sono riconosciuti tutti i diritti sanciti dalla Dichiarazione Universale dei diritti umani e da tutte le altre normative giuridiche sulla protezione internazionale. Siamo impegnati da anni in campagne di sensibilizzazioni per  promuovere e tutelare i diritti delle Donne/bambini in Italia ed in Africa. Questo progetto focalizza la sua attenzione sull’Educazione come chiave dello sviluppo per renderLe cittadine autonome e consapevoli. A tal fine, un piccolo centro di alta formazione sui diritti delle Donne, verrà allestito  per informare e monitorare il rispetto dei loro diritti nella vita quotidiana.

 

MOTIVAZIONE VISIONE E MISSIONE

Il progetto mira a promuovere e rafforzare le competenze delle donne rifugiate al fine di renderle autonome attraverso un approccio inclusivo che si differenzia dal solito orientamento assistenzialistico. La formazione è la “Chiave” per trasformare in opportunità le loro abilità artistiche e/o creative.

 

OBIETTIVI GENERALI

Promuovere e tutelare i diritti delle donne rifugiate, in particolare modo quelle che si trovano in condizioni di svantaggio, d’emarginazione sociale e di disagio socio-economico.

Promuovere percorsi formativi ed informativi indispensabili per l’orientamento al lavoro ed il riconoscimento dei loro diritti e doveri. 

 

OBIETTIVI SPECIFICI

Il Progetto persegue il raggiungimento degli obiettivi generali, creando nello specifico un contesto che sappia superare i pregiudizi e le disuguaglianze di genere al fine di mettere in atto azioni concrete volte a migliorare il loro status socio-economico e la vita dei loro figli. Una  necessità dovuta soprattutto all’attuale situazione occupazionale che risulta prevalentemente difficile per la popolazione femminile.

 

 DESTINATARI

Beneficiari diretti: il progetto pilota coinvolge in totale una decina di donne rifugiate.

Beneficiari indiretti: le comunità delle donne coinvolte e tutte le persone che condividono i nostri obiettivi.

 

 

DESCRIZIONE DEL PROGETTO

Il progetto “Over The Rainbow” è un centro di formazione e di scambio professionale per le donne che si trovano in situazione di disagio socio-economico. Alla base del progetto c’è la consapevolezza che per affrontare le disuguaglianze e le discriminazioni di genere bisogna innanzitutto creare dei presupposti per la conquista della dignità e dell’indipendenza. Perciò, la proposta progettuale prevede il potenziamento delle competenze artistiche delle donne attraverso i corsi di formazione e/o laboratori di sartoria, arte,  bigiotterie ed oggettistica per l’acquisizione delle nuove tecniche e l’orientamento al lavoro. In sintesi, è un  “Laboratorio della creatività e del Genio Femminile” per la promozione dell’imprenditoria femminile.

 

Progetto verrà realizzato in due fasi:

Prima fase: è quasi il presupposto della seconda fase, prevede il potenziamento delle abilità artistiche delle donne attraverso la realizzazione dei corsi professionali;  alle attività didattiche si affiancano un’ altro servizio aggiuntivo, quale la raccolta di libri/documentazione tematica per renderle consapevole e protagoniste nei processi di integrazione tra la società ospitante e la popolazione migrante. Seconda fase: pubblicizzare e promuovere i prodotti/oggettistica con i noti mezzi di organizzazione eventi, mercatini e botteghe dell’economia solidale per garantire la continuità dell’attività. 

 

 I laboratori : il laboratorio di sartoria etnica è l’attività principale del progetto per il fatto che in questo settore il Genio femminile va oltre i confini della semplice lavorazione dei tessuti, spesso la creatività artistica di questi prodotti artigianali crea identità e diventa il mezzo attraverso il quale parlano di sé e della loro cultura.  Gli altri laboratori rendono più complesso ed innovativo il progetto.

 

 Sostenibilità 

La sostenibilità è rappresentata da una strategia innovativa del progetto nel mettere insieme “diversi laboratori” ed un’equipe di persone con specifiche competenze dirette al potenziamento delle abilità professionali ed al miglioramento delle condizioni di vita delle donne. Tale sostenibilità è perciò socio-economica ma anche ambientale (l’attività non andrà ad incidere in maniera significativa sull’ambiente). 

Réseau Fondarc Onlus

_____________________

 

Via dei Fratelli Palma, 52

00119 Roma

onlus@reseaufondarc.com

fondarc@gmail.com

c.f.  97651620581

 

Stampa | Mappa del sito
© Réseau Fondarc Via dei Fratelli Palma, 52 00119 Roma c.f. 97651620581